La terzina
 
Indice

 

La terzina è il più semplice dei cosiddetti «gruppi sovrabbondanti», ovvero di quei gruppi di note più numerosi di quel che la regola imporrebbe. Si può scrivere in diversi modi, ma il suo elemento caratterizzante rimane sempre un piccolo «3» al centro del gruppo, come in questi casi:

Per eseguire correttamente una terzina basta ricordare che le tre note che la costituiscono devono essere eseguite nello stesso tempo nel quale solitamente se ne collocano due. Ovviamente, ciò ha come conseguenza un’accelerazione della velocità apparente.

L’esempio che puoi leggere qui sotto illustra l’impiego di duine, terzine e quartine nel contesto di un brano in tempo 4/4. Per maggior chiarezza è stata usata una batteria: la cassa («tum!») sottolinea gli impulsi, mentre il charleston («zik!») esegue le varie figurazioni ritmiche passando dalle duine, alle terzine, alle quartine e viceversa. La voce avvisa quando sta per avvenire un cambiamento di ritmo. Prova anche a seguire l’esempio eseguendo tu stesso il ritmo del charleston.

 

 

Se non è visibile il player o se vuoi scaricare il file usa questo collegamento.

 
www.000webhost.com