Coordinate sonore
altezza e tempo nello spazio grafico
Indice

 

screenshot

Cos’è?

schemaCoordinate sonore è un programma per Windows concepito per “sperimentare” le relazioni tra lo spazio grafico e quello sonoro nella scrittura musicale. Nelle intenzioni dovrebbe essere un mezzo per consolidare le relazioni espresse dallo schema qui a lato.

Per ottenere lo scopo, il programma si comporta come un sequenzializzatore per passi semplificato, poco più che un “giocattolo didattico”. Proprio perché è un programma semplice, il suo impiego è particolarmente intuitivo. Comunque sia…

Come funziona?

La parte più evidente dell’interfaccia di Coordinate sonore è l’area per la predisposizione dei “passi” del sequenzializzatore. Essa si presenta inizialmente come un grande riquadro bianco che occupa gran parte dello schermo. Il suo significato segue questi pochi princìpi:

  1. le aree bianche indicano i silenzi
  2. ogni suono è indicato da un riquadro nero
  3. la durata d’ogni suono non è modificabile
  4. i suoni più acuti vengono raffigurati più in alto nello schema, quelli più gravi più in basso
  5. i suoni precedenti vengono raffigurati più a sinistra nello schema, quelli successivi più a destra

Per identificare con più facilità le aree corrispondenti ai vari “passi” del sequenzializzatore si può attivare una griglia per mezzo del riquadro di scelta “Griglia”, sulla barra dei pulsanti a sinistra dell’area principale.

Per attivare e disattivare i singoli suoni si usa il sistema di puntamento del proprio calcolatore. Facendo clic su un riquadro della “griglia” questo, se bianco, viene annerito attivando il suono corrispondente alle coordinate scelte; se il riquadro è già nero, viene invece cancellato. Trascinare il sistema di puntamento permette di attivare o disattivare più riquadri in sequenza.

Per “svuotare” completamente lo schema si usa il pulsante “Cancella”.

Per spostare in blocco l’intero contenuto dello schema nelle quattro direzioni si usano i pulsanti “Su”, “Giù”, “Sx”, “Dx”.

Per ampliare o ridurre le dimensioni dello schema (entro i limiti previsti o quelli imposti dalle caratteristiche del proprio calcolatore) si usano i pulsanti “X+1”, “X–1”, “Y+1” e “Y–1”.

Un clic sul pulsante “Suona” avvia il sequenzializzatore per eseguire i suoni rappresentati dai riquadri neri. Un segnaposizione nella parte bassa dello schermo segue il procedere dell’esecuzione, evidenziato anche dal colore rosso assunto dai riquadri man mano che vengono suonati.

Se il riquadro di scelta “Ripeti” è selezionato, appena il segnaposizione arriva in fondo alla sequenza l’esecuzione riprende da capo. L’esecuzione ciclica può essere disattivata deselezionando il riquadro di scelta “Ripeti”.

La velocità può essere modificata per mezzo dei pulsanti “Bpm+” e “Bpm–” che ad ogni azionamento, rispettivamente, aumentano e diminuiscono del 5% la quantità degli eventi sonori eseguiti in ogni minuto. La velocità minima è di venti eventi sonori al minuto, quella massima di seicento.

Per fermare l’esecuzione si usa ovviamente il pulsante “Zitto”.

Durante l’esecuzione, i riquadri neri possono essere interpretati in senso diatonico o cromatico. Se sono interpretati in senso diatonico, la scala impiegata è quella di do maggiore, con il do collocato in corrispondenza del primo riquadro in basso. Per passare dall’interpretazione diatonica a quella cromatica o viceversa si usano i pulsanti di selezione esclusiva “Diat.” e “Crom.”.

Comandi da tastiera

L’interfaccia di Coordinate sonore è stata pensata per un impiego esclusivo tramite un sistema di puntamento come LIM e schermi tattili (il che spiega anche l’assenza dei menù e l’apertura a schermo pieno), ma sono disponibili anche numerose scorciatoie da tastiera. La corrispondenza tra un pulsante e la relativa scorciatoia è indicata dalla sottolineatura d’un carattere nel nome di ciascuno dei pulsanti stessi, con poche eccezioni. Ecco uno schema completo dei comandi da tastiera disponibili:

Pulsante Scorciatoia Effetto
Zitto Z ferma l’esecuzione della sequenza
Suona S avvia l’esecuzione della sequenza
Bpm–, Bpm+
+
rispettivamente, riducono e aumentano del 5% la velocità d’esecuzione della sequenza
Ripeti R se attivo, la sequenza viene ripetuta ciclicamente
se disattivo, la sequenza viene eseguita una sola volta
Crom. C se attivo, i riquadri che rappresentano gli eventi sonori vengono interpretati secondo uno schema cromatico
Diat. D se attivo, i riquadri che rappresentano gli eventi sonori vengono interpretati secondo uno schema diatonico (usando la scala di do maggiore)
Su, Giù
Sx, Dx
tasti freccia i riquadri che rappresentano gli eventi sonori vengono spostati in blocco nella direzione richiesta
Cancella tasti di cancellazione lo schema viene svuotato
Griglia G eisualizza o nasconde la griglia di riferimento per una migliore valutazione delle dimensioni dello schema
X+1, X–1
Y+1, Y–1
X, x
Y, y
aumentano o riducono la quantità dei riquadri presenti nello schema (maiuscolo per aumentare, minuscolo per ridurre)
Esci E, tasto esc chiude il programma

 

Scarica “Coordinate sonore 1.0”
usa il tasto destro del mouse e
scegli “Salva oggetto con nome”

 
www.000webhost.com