La chiave di basso
 
Indice

Per meglio comprendere questa pagina, sarebbe buona norma leggere prima con cura quella intitolata «La rappresentazione grafica dell’altezza dei suoni».

Per scrivere in chiave di basso si usa la chiave di fa.

(chiave di fa)

Come puoi vedere, la chiave di fa ha sulla destra due punti ben visibili. Quando si usa la chiave di fa, la linea del pentagramma che si trova tra i due punti diventa la linea di riferimento. Su quella linea di riferimento si colloca il Fa. Se la chiave di fa è disegnata in modo che i due punti stiano a cavallo della quarta linea, la si considera una chiave di basso.

(chiave di basso)

Con la chiave di basso, dunque, sulla quarta linea si trova il Fa. Il Fa sulla quarta linea assume la funzione di nota di riferimento e a partire da essa puoi ricavare tutte le altre note. Anche se il punto di partenza è diverso, il procedimento è identico a quello che hai già imparato ad usare studiando la chiave di violino. Sopra al Fa, seguendo l’ordine della scala e alternando linee e spazi, troverai quindi il Sol, il La, il Si… Sotto al Fa, seguendo l’ordine della scala in senso inverso, troverai il Mi, il Re, il Do, il Si, il La, il Sol, il Fa

(note in chiave di basso)

Se ti serve scrivere note che, essendo troppo acute o troppo gravi, non possono stare sul pentagramma, puoi ovviamente usare i tagli addizionali anche in chiave di basso.

È utile avere un’idea chiara di quanto le note scritte in chiave di basso sono più gravi di quelle scritte in chiave di violino. Uno schema è più chiaro di mille parole, per cui ecco la sequenza di alcune note scritte in scala, da un Sol molto grave in chiave di basso ad un Sol molto acuto in chiave di violino. Nello schema, le note in rosso sono quelle che puoi suonare col tuo flauto.

(relazione tra le note in chiave di basso e quelle in chiave di violino)

Avrai certamente notato che il Do grave del tuo flauto e il Do con un taglio addizionale appena sopra al pentagramma in chiave di basso coincidono perfettamente. Proprio questo fatto dovrebbe farti capire quanto possono scendere verso il grave le note scritte in chiave di basso. Per essere ancor più chiari, se tu volessi scrivere in chiave di violino quel Sol così grave, dovresti usare ben sei tagli addizionali sotto al pentagramma!

(relazione tra le note in chiave di basso e quelle in chiave di violino)

 

 
www.000webhost.com